Luoghi di Culto

Luoghi di Culto

Le Chiese del Centro Storico

Viaggio tra architettura e arte religiosa

Dalla Cattedrale di Santa Maria Assunta, luogo di culto cattolico più importante di Rieti, duomo della città e chiesa madre dell’omonima diocesi, fino alle chiese più piccole ma non per questo meno importanti, architettura e arte religiosa sono elementi di pregio per la città che vanta il titolo di centro geografico d’Italia. 
Ti aspettiamo per un viaggio all’insegna della tranquillità  della storia, e della bellezza.

Mappa

La Cattedrale di S. Maria Madre di Dio

La cattedrale di Rieti intitolata a Santa Maria Madre di Dio, comunemente detta dell’Assunta, fu ricostruita sulle fondamenta della basilica paleocristiana documentata fin dal V secolo tra il 1109 e il 1225.​​​​​​La basilica inferiore, consacrata nel 1157, suggestiva per le sue forme sobrie e composte, è scandita in nove navatelle sostenuta da colonne di spoglio provenienti dagli antichi edifici…

leggi

Basilica di Sant’Agostino

Il complesso conventuale di Sant’Agostino si costituì al tempo della Magna Unio nell’area interessata allo sviluppo urbanistico decretato dal Comune nel 1252. La basilica fu eretta secondo i canoni propri dell’architettura mendicante e decorata all’interno in adesione all’ideale figurativo della Biblia Pauperum. La controfacciata e le pareti adiacenti conservano ancora interessanti lacerti della decorazione originaria.…

leggi

Chiesa di S. Francesco

Negli anni ’40 del XIII secolo sull’argine destro del Velino fu eretto il complesso conventuale di San Francesco. La chiesa in stile romanico è affiancata dal cinquecentesco campanile a vela dell’Oratorio di San Bernardino da Siena, sede della Confraternita omonima, che custodisce pregevoli affreschi di Panfilo Carnassali ed Ascanio Manenti.Il portale, impaginato da due sottili…

leggi

Chiesa di San Domenico

Nel 1263, il Capitolo Provinciale dell’Ordine dei Predicatori stabilì l’apertura di un convento nella città di Rieti, dove il fondatore Domenico di Guzman era stato canonizzato da papa Gregorio IX il 3 luglio 1234. Il beato Martino da Perugia dette inizio alla fondazione presso la chiesa dei SS. Apostoli Simone e Giuda, che apparteneva per…

leggi

Oratorio di San Pietro Martire

Fu eretto dalla Confraternita di San Pietro Martire nella prima metà del 1300, presso la chiesa di San Domenico. L’edificio raggiunse il massimo splendore tra il 1552 e il 1554 quando i fratelli veronesi Lorenzo e Bartolomeo Torresani vi affrescarono Il Giudizio Universale. Nel 1574, nel pieno della Controriforma, i nudi del Giudizio Universale corsero…

leggi

Chiesa di S. Antonio al Monte

Il complesso di Sant’Antonio al Monte fu eretto nel 1474 sulla collina di S. Biagio che domina la vallata e fu affidato agli Osservanti che da pochi anni grazie all’opera di fra Bernardino da Feltre avevano istituito a Rieti il Monte di Pietà. Il convento è concepito nello stile semplice ed austero tipico dell’Ordine dei Frati Minori.

leggi

La Chiesa di San Rufo

Nel 1746 papa Benedetto XIV affidò la parrocchia intitolata ai Santi Martiri Ruffo e Carpoforo ai Chierici Regolari Ministri degli Infermi, che da più di un secolo gestivano con perizia medica e carità cristiana il vicino ospedale di Sant’Antonio Abate. Il progetto del palazzo e dell’antica chiesa adiacente, rinnovata e fundamentis, fu affidato all’architetto romano…

leggi

La Chiesa di Santa Chiara

La primitiva chiesa quattrocentesca, costruita ad uso delle Terziarie Francescane nei pressi dell’antica dimora del cavaliere Angelo Tancredi compagno di San Francesco, ebbe il titolo di Santo Stefano Protomartire. Nel 1570, grazie al generoso lascito del medico Paolo Buonamici da Aspra, la chiesa fu ampliata, ricostruita nelle forme attuali ed intitolata a Santa Chiara.

leggi

Convento Francescano di Santa Lucia

Il complesso monastico delle Clarisse di Santa Lucia sorge sotto la rocca antica in una zona pianeggiante sufficientemente lontana dalle inondazioni del fiume Velino. Nel 1348, al tempo della peste nera, l’area era occupata dall’hospitale di San Sebastiano annesso alla chiesa di Santa Maria delle Valli.Le Clarisse di Santa Lucia furono trasferite intra mœnia dal primitivo insediamento…

leggi

La Chiesa di San Nicola

Nel XVIII secolo il titolo di san Nicola fu traslato dall’antica chiesa in Acupenco ormai diruta alla chiesa confraternale di Santa Maria del Pianto, di cui restano visibili l’originario portale marmoreo con l’iscrizione mariana e l’Addolorata di Lorenzo Torresani, purtroppo compromessa da una ridipintura ottocentesca. Il soffitto a lacunari e la cantoria sono espressione dell’arte…

leggi