Santuario francescano

Altissimu, onnipotente, bon Signore, tue so’ le laude, la gloria e l’honore et onne benedictione.

Consigli

Il territorio intorno a Rieti è noto per essere stato scelto da San Francesco per raccogliersi in preghiera; il contatto con la natura e gli animali tanto amati dal Santo, in questi luoghi è strettissimo anche per quanti vi si recano oggi. Nei quattro santuari, che simbolicamente tracciano una croce sull’area della conca reatina, restano tracce significative del passaggio del Santo.  E’ in queste terre che San Francesco pensò di mettere in scena la natività per la prima volta, dando origine a quello che ogni anno a Natale i cattolici ripropongono  nelle proprie case: il Presepe.

Vi consigliamo di dedicare alla visita dei santuari due giorni, magari durante il fine settimana, fermandovi in uno degli alberghi o nei B&B indicati nella Categoria “Dormire”. Potrete decidere di percorrere a piedi l’itinerario del Cammino di Francesco ed ottenere il passaporto come nel Cammino di Santiago, oppure di visitare tutti e quattro i santuari in una sola giornata. In ogni caso, cerchiamo di darvi tutte le informazioni per programmare il vostro soggiorno nel migliore dei modi.

  • Durata: 1 giorno o due

  • Giorno consigliato: qualsiasi

  • Difficoltà del percorso: facile

I Quattro Santuari Francescani della Valle Santa

Fonte Colombo
Greccio
La Foresta
Poggio Bustone

Mappa e recapiti

Convento di San Giacomo
02018 Poggio Bustone (RI)
tel +39 0746 688916
fratipoggiobustone@santuarivallesanta.it

Visite gratuite
Tutti i giorni compresi i Festivi:
dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00 (inverno 18,00)

Orari preghiera, tutti i giorni compresi i Festivi:
Lodi Mattutine ore 7,30
S. Messa ore 16,00 (ora legale 17,00)
Vespri ore 19,00

Durante il suo cammino Francesco si trovò in mezzo ad un forte temporale e la leggenda narra che un faggio si modellò per riparare il Santo.  L’albero è effettivamente una anomalia per forma ed età. Nelle vicinanze è possibile vedere quella che secondo la tradizione, sarebbe l’impronta del piede del Santo. Per raggiungere il Faggio, da Rivodutri (dove potrete vedere anche una rara Porta Alchemica) attraverso 4 km di strada asfaltata, arrivate alla frazione di Cepparo. Da qui, percorrendo una strada sterrata, arriverete alle pendici del monte Fausola (1123 m) e seguendo il sentiero arriverete al meraviglioso Faggio.

Nel XIII secolo iniziò la costruzione del santuario. Nel Duecento furono edificati il convento e la chiesina nel chiostro; a cavallo tra il trecento e il quattrocento fu ampliato il convento e fu costruita una nuova chiesa, mentre nel Seicento al convento venne aggiunto un altro piano. Risale invece al XX secolo l’edificazione del “Tempietto della Pace”.

Nel Santuario si trova la chiesa di San Giacomo, costruita verso la fine del Trecento, in cui si possono apprezzare affreschi che ritraggono la Madonna delle Grazie con il bambino e due angeli ai lati in adorazione, il castello di Poggio Bustone (su cui vigilano San Francesco e Sant’Antonio) ed artistiche vetrate.

Nel Chiostro adiacente alla chiesa si trova un quadro con le parole del “Cantico delle Creature”, mentre nelle lunette sono raffigurati alcuni episodi della vita di San Francesco. Uscendo dal Santuario, per raggiungere il Tempietto della Pace, si percorre un sentiero in cui sono poste le edicole della Via Crucis, ognuna composta da un materiale diverso (legno, marmo, bronzo, ceramica).

Nelle vicinanze di grande bellezza sono le Sorgenti di Santa Susanna e le rovine della Villa di Quinto Assio, la Riserva dei laghi Lungo e Ripasottile.

Il santuario di Poggio Bustone è inserito nel Cammino di Francesco, itinerario percorribile a piedi, in bicicletta ed anche in auto.

(valentina colarieti tosti, maggio 2015)

Il Faggio di San Francesco: per raggiungerlo, da Rivodutri, arrivate alla frazione di Cepparo. Da qui, percorrendo una strada sterrata, arriverete alle pendici del monte Fausola e seguendo il sentiero arriverete al meraviglioso Faggio.

San Giacomo, Poggio Bustone, Rieti
Villa d'Assio